LA FORESTA - UN ADVENTURE...MAGICO!

Avventure testuali

Le avventure testuali ad ambientazione fantasy non sono poche e alcune sono ben realizzate, ma questa in particolare è davvero molto bella. Realizzata nel 1987 da Cristiano Cremonini, fu pubblicata sulla rivista Load'n'Run.
La trama è semplice: il protagonista deve uccidere il drago che ha rapito la principessa e l'ha rinchiusa in una caverna apparentemente inaccessibile. Se la trama può sembrare banale, non si può certo dire lo stesso della realizzazione di questa avventura testuale.

La grafica del gioco è piuttosto semplice e utilizza pochi colori, eppure è di ottima fattura e molto gradevole da vedere. Le descrizioni dei luoghi sono molto accurate e calano il giocatore all'interno di un mondo fantasy davvero ricco e appassionante. Anche il parser è buono, con molti verbi e azioni possibili e ben inseriti nel gioco.

 

La foresta da esplorare è piuttosto vasta e, come in ogni avventura testuale che si rispetti, è importante disegnare su carta una mappa dei luoghi e degli oggetti chiave da trovare. A proposito di oggetti, va detto che ce ne sono di particolari, nel senso che l'autore non si è limitato solamente a degli oggetti classici che suggeriscono subito a cosa servono. No, perchè il gioco presenta anche degli oggetti particolari che potrebbero servire a più scopi e sta al giocatore capire come usarli. Questo rende più completo e interessante il gioco.

 

Non mancano comunque oggetti, personaggi e situazioni tipicamente fantasy che sono ben descritti e anche illustrati molto bene. In alcune situazioni, un oggetto o un fatto avvenuto suggerisce di agire in un certo modo, ma poi si scopre che non è l'azione giusta. L'autore, evidentemente, ha riflettuto e lavorato bene sulla progettazione di enigmi complessi, ma mai impossibili da risolvere.

Giocando, ho riscontrato piccole imperfezioni.
In un certo luogo, se non si è compiuta prima un'azione, si rimane bloccati. E non sono riuscito a uscirne, se non riavviando il gioco con il comando FINE. Sarebbe stato meglio far morire il giocatore o magari riportarlo alla schermata precedente.
Un'immagine che si riferisce a un pericolo ormai risolto, compare anche dopo.
Si tratta però, come detto, di dettagli che di certo non influiscono sulla qualità molto alta di questo gioco.

Gameplay del videogioco: avventura testuale fantasy

Il gioco, in alcuni passaggi, obbliga il giocatore a indovinare il verbo e la frase giusta per compiere certe azioni chiave.
Devo dire che sono rimasto bloccato due o tre volte perchè avevo capito esattamente cosa fare ma non avevo indovinato la frase giusta. Ci si può comunque arrivare con un po' di tentativi, ma forse consentire qualche sinonimo o frase costruita diversamente avrebbe giovato.

Questo è il difetto maggiore del gioco, perchè per esempio in un passaggio il verbo SPOSTA non va bene, mentre TOGLI sì e non è detto che si arrivi a pensare a questo verbo...In particolare, due azioni sono davvero complicate e ce n'è una che è difficile anche solo da pensare, seppur logica nel contesto.

A parte questo, il gioco sa creare la giusta atmosfera e girovagare nella foresta è davvero divertente.
L'elemento che ho apprezzato di più è il concatenarsi degli eventi e degli enigmi, realizzato splendidamente. Per andare avanti, non basta usare gli oggetti correttamente, perchè ci sono altre azioni che vanno compiute senza utilizzare nulla. E il gioco, nelle descrizioni testuali, offre in alcuni casi piccoli indizi sul luogo e sull'azione da compiere.

Un'altra cosa bellissima di questa avventura testuale è che difficilmente ci si annoia. Non si rimane mai bloccati senza avere il minimo indizio su come si potrebbe proseguire. Ci si blocca, sì, ma c'è sempre quel piccolo elemento e quelle parti del gioco che ci suggeriscono che proprio lì qualcosa va compiuta. A volte gli esiti di un'azione abbastanza ovvia sono inaspettati. Capita infatti di compiere un'azione e di ricevere poi una risposta del gioco che ci dice che potremo fare "qualcosa" contando sull'aiuto di qualche nuova situazione imprevista appena avvenuta. Il tutto raccontato in maniera sibillina e un po' criptica.

Tutto questo stimola la mente del giocatore e lo porta a riflettere e costruire mententalmente una propria "mappa" dei prossimi eventi e delle azioni necessarie. Il tutto mentre viene accompagnato da magie, invocazioni, elementi fiabeschi e personaggi tipicamente fantasy splendidamente collegati tra loro.
La longevità di questo adventure è molto alta. Il gioco costringe a giocarlo più volte e a tentare tante strade e azioni diverse. Il livello di difficoltà si mantiene infatti alto in tutta l'avventura, ma sempre accompagnato da indizi e descrizioni a supporto del giocatore.

CONCLUSIONI

La foresta è un'avventura da giocare assolutamente. All'autore del gioco, se mai leggerà questa pagina, faccio i miei più sinceri complimenti per aver creato un videogioco molto difficile ma mai impossibile, con tanti elementi fiabeschi e fantasy splendidamente raccontati dal testo e dalle immagini. E' vero che alcune azioni sono molto ostiche da compiere per la necessità di indovinare il verbo e la frase giusta, ma rimane comunque un gioco molto godibile.
Realizzare un videogioco fantasy originale e divertente non è facile, vista l'abbondanza di alternative, ma Cristiano Cremonini ci è riuscito molto bene, regalandoci un'esperienza di gioco davvero sopra la media.

 



Attenzione: il link di download qui sopra apre un sito esterno che non è legato ad adventuregate.it

Vorresti provare questo gioco ma non sai come avviarlo? Leggi qui: emulatore videogiochi




Articolo pubblicato in data 14/09/2018